Infortuni sul lavoro: ancora pochi i sistemi di protezione personale.


Crescono ancora gli infortuni sul lavoro con esito mortale. Queste le cifre presentate dall’Istituto (INAIL) per i primi nove mesi di quest’anno: 834 in più rispetto alle 769 nell’analogo periodo del 2017, in crescita del 8,5%. L’aumento è dovuto soprattutto ad incidenti “plurimi”, ovvero quelli che causano contemporaneamente la morte di due o più lavoratori. In ottica di genere, l’aumento dei casi mortali è legato prevalentemente alla componente maschile.

La gestione della prevenzione e della sicurezza

A dieci anni dall’entrata in vigore del d.lgs. 81/2008, la gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è sempre più integrata nel sistema organizzativo aziendale. Questa evoluzione ha introdotto molti aspetti innovativi nella prevenzione degli infortuni. I sistemi di protezione individuale non sono più un semplice intervento di riparazione, ma parte attiva di un sistema di prevenzione e riduzione degli infortuni.

Creare un sistema di protezione efficace nelle aziende significa non solo influire in maniera determinante sull’esito degli infortuni, ma anche contribuire positivamente a costruire ambienti sani e sicuri, aumentando l’assunzione di comportamenti responsabili e migliorando la percezione del rischio da parte dei lavoratori.

La normativa inoltre obbliga il datore di lavoro a designare e formare gli addetti e ad organizzare il piano di emergenza. Dall’organizzazione del sistema di primo soccorso aziendale dipende infatti l’attivazione precoce e tempestiva dei primi tre anelli della catena dell’emergenza, in attesa dell’arrivo dei soccorsi avanzati. Una corretta gestione delle prime fasi di un’emergenza sanitaria può fare la differenza tra la vita e la morte, tra recupero rapido o prolungato, tra disabilità temporanea o permanente.

I sistemi di protezione individuale

I sistemi di protezione individuale sono indispensabili nei casi in cui, a seguito della valutazione dei rischi, le caratteristiche intrinseche dei luoghi di lavoro e delle attività richieda una riduzione dei rischi specifici. I sistemi di protezione individuale dalle cadute sono indispensabili nei cantieri temporanei o mobili durante l’esecuzione di attività in quota o solitarie, ad esempio nei cantieri edili, nelle attività di manutenzione di impianti, pulizie, interventi paesaggistici e così via.

L’attivazione precoce e tempestiva dei primi anelli della catena dell’emergenza che, in attesa dell’arrivo del soccorso avanzato, rappresentano un momento chiave per permettere la sopravvivenza dell’infortunato.

Una funzionalità particolarmente importante in questo contesto è la possibilità di rilevare automaticamente una situazione di potenziale malore o infortunio dell’operatore, e di inviare alla Centrale un Allarme Uomo a Terra.

ArgoPro

ArgoPro è la soluzione ideale per proteggere il personale mobile impiegato in attività pericolose o in aree isolate. Il dispositivo, leggero e di ridotte dimensioni, è agevole da portare per qualsiasi operatore, in ogni condizione ed offre la certezza di essere costantemente monitorati dal sistema.

Al verificarsi di situazioni potenzialmente pericolose (ad esempio, caduta uomo), il dispositivo portatile lancia allarmi automatici immediati che vengono rilanciati su una pluralità di canali: piattaforma web, app (disponibile sia iOS sia Android), sms, email e anche Centrale Operativa secondo i protocolli definiti dal sistema sicurezza aziendale. La pressione del tasto SOS invia una segnalazione di allerta volontaria.

Gli allarmi automatici previsti dalla configurazione standard sono: allarme mancato movimento, caduta uomo, controllo inclinazione, interrotta funzionalità del sistema.

Con la funzione di mancato movimento, il prolungarsi di una mancata rilevazione del segnale movimento determina l’invio di un allarme che l’operatore può annullare se tutto procede correttamente.

L’allarme caduta uomo (man down), regolabile secondo 10 livelli di intensità, lancia notifiche di soccorso automatiche in caso di caduta accidentale.

La funzione di autodiagnostica verifica costantemente la piena efficienza funzionale: ricezione del segnale GPS, livello di carica della batteria, connessione al server e alla telefonia mobile. Qualsiasi inefficienza determina la segnalazione di allerta.

Leggi i casi di successo nella prevenzione degli infortuni. Clicca qui.

Lo sconto del tasso INAIL

ArgoPro permette di usufruire della riduzione del tasso Inail: con le sue funzioni “uomo a terra” e con le funzioni di segnalazione e gestione emergenze contribuisce alla sicurezza e alla prevenzione del rischio dei lavoratori che operano in solitaria sul territorio.

Infatti, nell’ambito delle agevolazioni di legge, i dispositivi capaci di tutelare la sicurezza dei lavoratori, permette all’azienda di usufruire di una riduzione del tasso medio di tariffa INAIL pagato annualmente.

Anche quest’anno è possibile richiedere l’agevolazione, presentando il modulo OT24. In particolare, la compilazione della sezione E8 del modulo di domanda vengono considerati gli investimenti aziendali che contribuiscono all’ottenimento dello sconto (alla voce: interventi per la prevenzione del rischio da lavoro solitario: sono stati acquistati o noleggiati sistemi di rilevamento “uomo a terra”).

ArgoPro è un progetto Uniquon

Potrebbe interessarti anche:

e' un progetto Uniquon

Linkedin-icona.png
CONTATTI
welcome@uniquon.com
Via Creta,15 - Brescia (Bs)
 
+39 030 578 53 60