Come scegliere il localizzatore (personale). Parte 2

Nella prima parte del post abbiamo chiarito i criteri di valutazione necessari per orientare la scelta del localizzatore personale e abbiamo passato in rassegna le prime funzionalità: qualità della localizzazione e durata. Per leggere la prima parte dell’articolo clicca qui

Proseguiamo dunque, considerando le caratteristiche più importanti dei tracker a uso aziendale.

1. Uso aziendale

Oggi i migliori sistemi GPS per la gestione aziendale non si limitano semplicemente a controllare la posizione. I migliori tracker forniscono a chi li usa gli strumenti e le informazioni giuste per identificare problemi e costi nascosti, aiutare operatori, tecnici, lavoratori e responsabili a migliorare l’efficienza, ridurre i costi operativi e portare al business la trasparenza indispensabile per produrre maggiori profitti.

Dunque, se in questo momento siete indecisi tra diversi provider di soluzioni GPS, è importante considerare alcune variabili fondamentali come, per esempio, la semplicità dell’accesso alle informazioni e la capacità di tradurre i dati numerici derivati dal monitoraggio in informazioni utili per far crescere le prestazioni della vostra azienda.

Ecco di seguito gli strumenti più importanti per fare le corrette valutazioni.

Dashboard

Presta attenzione a quali report mostra e in che modo sono personalizzabili. Questa è l’interfaccia che consulterai ogni volta che vorrai controllare, a colpo d’occhio, la situazione della tua squadra. Devi ottenere una visione d’insieme dei dispositivi e schermate di dettaglio per analisi più approfondite. Verifica che siano disponibili tutti i principali criteri di valutazione: attività, soste, ore lavorate... Non accontentarti: la schermata deve essere facilmente comprensibile, altrimenti ottenere risultati visibili non sarà così semplice. Chiedi alla tua interfaccia la necessaria gradevolezza grafica con un ambiente accogliente anche per l’utente meno esperto. Ciascuna funzione deve essere disponibile con pochi comandi, semplici e veramente intuitivi, frutto di un lavoro di ingegnerizzazione attento e puntuale.

Per ottenere informazioni necessarie a prendere decisioni, hai bisogno di molte funzionalità: hai tutto il diritto di essere esigente. Rivolgiti a provider esperti (hai bisogno delle competenze di veri professionisti): anche se a prima vista il costo sembra maggiore, in realtà i risultati ti consentiranno di abbassare davvero i tuoi costi di gestione.

Allarmi e report

Ci sono molti modi di interrogarsi e di rispondere alla domanda 'quali sono le prestazioni della mia squadra?'. L’importante è che la tua soluzione ti permetta di rispondere a questa domanda in maniera semplice e immediata. Assicurati che il software GPS per il controllo delle flotte sia dotato di alert e report personalizzabili, in modo che l’accesso alle informazioni importanti sia immediato, senza che tu venga fuorviato da una valanga di dettagli. Chiedi notifiche istantanee al verificarsi degli eventi scelti. Semplice a dirsi, ma non a farsi: lo sviluppo di queste funzionalità è una vera sfida tecnologica per pochi.

Qualità delle mappe e funzionalità

Per la maggioranza delle persone la mappa live è una delle funzionalità più utilizzate, quindi, dato che anche tu passerai moltissimo tempo sulla sua interfaccia, assicurati che sia semplice da navigare, che i dettagli che ti interessano siano a portata di clic e che quello che cerchi sia intuitivo da reperire.

Gestionali

Chiedi di poter esportare i dati raccolti per alimentare i gestionali in uso nell’azienda, nei formati che già utilizzi. Questo ti permetterà di aumentare il ritorno sull’investimento, automatizzando l’immissione di dati quali le presenze del personale, le consegne, i dati amministrativi e via dicendo.

Per l’uso aziendale, ti consigliamo di visitare il sito di ArgoPro che offre funzionalità davvero esclusive.

2. Costi SIM Card

Scegli un localizzatore che includa già la SIM card adatta e dai la preferenza a una SIM card con traffico compreso. Diversamente rischi brutte sorprese: i costi di utilizzo (del traffico telefonico) potrebbero essere davvero molto alti.

Abbiamo già affrontato l’argomento nel post Localizzatori satellitari: come sfuggire alle trappole della connettività e ridurre i costi.

3. Internazionale

Benché l’uso all’estero sia molto richiesto (sono proprio le trasferte che pongono maggiori rischi di movimento), attualmente solo Argo e ArgoPro possono garantire una copertura mondiale. La ragione è semplice: combinare tecnologie diverse e provider telefonici differenti richiede competenze evolute e molteplici accordi con operatori telefonici locali.

Rivolgiti direttamente al provider per verificare se il localizzatore è abilitato all’estero. Eventualmente, verifica in quali Paesi i costi sono già inclusi e in quali possono esserci dei costi supplementari: un provider serio non esiterà a fornirti tutte queste informazioni.

4. Web e App

Oramai esistono app per tutti i gusti. Per la massima affidabilità, scegli un provider che offra entrambe le possibilità: dashboard su web - protetta - e App per smartphone e tablet, per una fruizione ottimizzata anche in mobilità. Solitamente le dashboard web ampliano le funzionalità già disponibili sulle App.

Ricorda di verificare che le App siano disponibili per i diversi sistemi operativi: Ios, Android e Windows. É importante che tu possa soddisfare la tua necessità immediata, ma anche esigenze future, qualora cambiassi smartphone (o tablet) e passassi, per esempio da Apple ad Android o viceversa.

5. Sicurezza e protezione dei dati

La cybersecurity è un tema sempre più sensibile. E le recenti vicende di Facebook hanno attirato l’attenzione del grande pubblico sull’importanza di proteggere i nostri dati. É importante che il provider ti offra opportune garanzie sulla criptazione dei dati. Affidati a operatori seri e in possesso di adeguate certificazioni. Per i data center lo standard ISO/IEC 27001 è il più stringente in tema di tutela dei rischi. La normativa europea ha fatto un ulteriore balzo in avanti: anche per questo è consigliabile scegliere un provider comunitario, per la tutela nell’uso e nella cancellazione delle informazioni che ti riguardano.

6. Provider del tuo Paese

Rivolgiti a provider del Paese in cui ti trovi. Questo ti permetterà di avere sempre un interlocutore identificabile e davvero reperibile.

7. Servizio help-desk

É un servizio spesso assente, ma assolutamente necessario. Non è affatto vero che se un localizzatore è affidabile e semplice da usare, allora il servizio di supporto clienti non serva. Per qualunque necessità è bene poter avere un’email, una chat o un numero telefonico a cui rivolgersi. Accertati che sia disponibile nelle lingue che conosci.

8. Servizi accessori e altri prodotti

É consigliabile dare la tua preferenza a un provider che offra altri servizi o prodotti che estendano e potenzino l’usabilità del localizzatore GPS. Esiste sempre la possibilità che nel tempo le tue esigenze possano modificarsi, anche se al momento la tua esigenza è circoscritta. Per l’uso aziendale, per esempio, ArgoPro è l’unica piattaforma di localizzazione che gestisce simultaneamente localizzatori per persone, veicoli e cose (nella fattispecie gli asset aziendali, quali rimorchi, casse, vagoni, bagagli e oggetti di qualsiasi dimensione che un’azienda decida di monitorare).

Continua a leggere i nostri post, scoprirai tante informazioni utili!

Argo e ArgoPro sono soluzioni Uniquon

Potrebbe interessarti anche:

e' un progetto Uniquon

Linkedin-icona.png
CONTATTI
welcome@uniquon.com
Via Creta,15 - Brescia (Bs)
 
+39 030 578 53 60