e' un progetto Uniquon

Linkedin-icona.png
CONTATTI
welcome@uniquon.com
Via Creta,15 - Brescia (Bs)
 
+39 030 578 53 60

ArgoPro alleato delle assicurazioni nella certificazione dei sinistri per AutoInRete

27/11/2019

 

Liquidazioni più rapide e snelle: è questa la promessa che le compagnie assicurative del circuito AutoInRete possono offrire ai propri assicurati. Grazie alla piattaforma ArgoPro, nell’ambito del progetto Atom.

 

Azienda

AutoInRete è un marketplace B2B per la compravendita di auto usate e a km 0. Si rivolge esclusivamente alle aziende che operano nel settore della compravendita di autoveicoli, presentando ai propri abbonati offerte e quotazioni riservate e un supporto diretto e immediato in tutte le fasi del processo di vendita o acquisto. La piattaforma AutoInRete facilita la ricerca, la negoziazione, la vendita e l’acquisto di veicoli, garantendo sicurezza e trasparenza negli scambi. Fornisce una serie di servizi in abbonamento annuale, con commissioni per la vendita e l’acquisto di veicoli.

I cinque principali servizi offerti dalla piattaforma sono:

  • ricerca rapida e personalizzata di auto su tutto il territorio nazionale;

  • vendita veloce, con servizio per vendita prioritario e in tempi rapidi;

  • assistenza legale e consulenza;

  • consegna auto presso la sede dell’acquirente;

  • integrazione con i principali gestionali (Gestionale Auto, Dealer K)

 

La sfida

Il richiesta sottoposta ad ArgoPro è stata di portare la digitalizzazione al cuore della polizza auto, offrendo significativi vantaggi senza erodere i margini di profitto delle compagnie, anzi garantendo loro nuovi e maggiori profitti.

 

 

La soluzione ArgoPro

ArgoPro gestisce uno dei temi cruciali per le compagnie assicurative: la certificazione degli incidenti. Al verificarsi di un impatto o tamponamento certifica quello che è successo prima e dopo il momento dell’incidente. La scatola nera memorizza cosa è successo durante i 30 secondi che interessano l’evento: i 15 precedenti e i 15 successivi: rallentamenti, frenate, velocità, accelerazioni…

 

Il dispositivo di bordo redige quindi un report dettagliato della dinamica dell’incidente prima e dopo l’impatto: cristallizza l’evento, indicando esattamente cosa è capitato. L’applicazione implementata da ArgoPro è in grado di stabilire se prima dell’incidente c’è stata una frenata e quando, se l’auto ha sterzato per evitare un ostacolo, se stava andando a una velocità sostenuta o entro i limiti. Se richiesto dalla compagnia, la tecnologia permette anche di avvisare la centrale operativa con un allarme, in modo da sapere in tempo reale e con certezza dell’accaduto.

 

Questo comporta un duplice vantaggio per le assicurazioni. Primo, la produzione di un documento probatorio dell’incidente a sostegno dei clienti che si trovano coinvolti: chi ha agito rispettando il codice stradale ha una prova inconfutabile di aver subito un danno. Secondo, l’utilizzo di ArgoPro abbatte i tentativi di frode nei confronti delle assicurazioni, perché il report della dinamica dell’incidente certifica esattamente cosa è successo (circostanze e stile di guida) e quando è successo.

 

I clienti onesti possono dunque contare su rimborsi dei danni più efficaci, attraverso procedure veloci e semplici. Nel contempo, la piattaforma si dimostra adeguata nella riduzione delle frodi assicurative sui sinistri: chi tenta invece di frodare le compagnie viene facilmente scoperto.

 

Risultati

ArgoPro ha centrato l’obiettivo di portare digitalizzazione nel cuore delle compagnie assicurative, che possono proporre la migliore offerta ai propri clienti. In un rapporto chiaro e trasparente, la relazione tra assicurazioni e guidatori è win – win: le compagnie possono continuare a fare profitti offrendo servizi con un alto grado di personalizzazione e i clienti possono contare su polizze su misura con tariffe più competitive. Le liquidazioni degli incidenti avvengono in tempi rapidi, grazie alla certezza delle azioni e delle situazioni che hanno portato all’impatto.

 

 

ArgoPro è una soluzione Uniquon

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche:
Please reload